#Storytelling 3: Maturità

 
Questo atto non doveva esistere.
Per esigenze di produzione si era deciso di tagliar fuori il terzo tempo e alleggerire il video ( inizialmente la suite doveva essere un unico atto ) .
 
L’idea non ci piacque.
Registrammo comunque la traccia, un take singolo, pensando che potesse servire.
Pensammo bene.

Il video si apre dunque con una visita al Museo dedicato al Film.
Molte foto e alcuni oggetti del tempo.
Buona parte dei bambini che furono comparse e sono ritratti in quegli scatti, li incontrammo in paese.
 
Questa cosa ha generato un certo tipo di fascino in noi.
Ad un tratto si perde quella linea che separa Palazzo da Giancaldo: incontri gli stessi soggetti, 30 anni dopo, e sei curioso di sapere com’è andata la loro storia.
E tutti sono pronti a raccontare aneddoti sul loro passato da Giancaldesi.
 
Il Nuovo Cinema è praticamente parte del DNA di Palazzo Adriano.
L’opera di Tornatore resterà eterna anche in questo.

Nella seconda parte del terzo atto abbiamo scelto un’ interpretazione musicale molto più “agitata” e con degli sbalzi dinamici parecchio enfatizzati, creando un momento di climax e di forte tensione.
 
I tempi originali della colonna sonora sono molto più respirati, ma non ci piaceva la resa sulle chitarre, soprattutto durante i concerti: Se non crei dei buoni momenti di contrasto perdi subito l’attenzione del pubblico:
La Chitarra è uno strumento tanto bello quanto difficile da ascoltare sempre nella stessa dimensione.

Il montaggio video ha un taglio completamente diverso da tutto il resto.
L’ho realizzato io ( Carmelo ) sul percorso che mi indicava l’idea della nostra scelta musicale.
Non sapevo cosa potesse uscire.
Piacque a tutti.

Inoltre, prepara bene a quello che poi sarà  l’ultimo tempo… Il Tema d’Amore.
 
 

Foto di archivio Ph. Nicola Vaiana | Carmelo Imbesi: