Antonio Putzu

dsc_7720

Musicista, ricercatore, polistrumentista, si avvicina alla musica all’età di 7 anni.

Continua gli studi fino all’età di 18 anni diplomandosi in clarinetto presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo, e laureandosiin Discipline della musica presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo. Parallelamente allostudio del sax e della zampogna si avvicina agli strumenti etnici provenienti dalle diverse culture musicali, in particolare al flauto di canna siciliano,

con il quale ottiene il primo premionel concorso “Suoni e canti della tradizione sarda”.

E’ dopo il diploma che abbandona gli studi classiciper dedicarsi interamente alla musica popolare, entrando a far parte dello storico Gruppo di MusicaPopolare”Taberna Mylaensis”di cui ancora è componente attivo in qualità di fiatista ed arrangiatore, suonando in tour 5 volte in Olanda e Turchia

e incidendo il disco intitolato “E vinniru du mari…Federicu”e il disco intitolato “Semu tutti emigranti”

Nel 2005 partecipa al Concorso”Linguaggi mutanti”vincendo il primo premio con la composizione

“Sogno”per pianoforte e sax soprano.

E’nello stesso anno che entra a far parte del gruppo “Antura”diretto dal percussionista palermitanoMassimo Laguardia, (storico fondatore del gruppoAgricantus) incidendo il cd intitolato “Cuore Tamburo”.

Nel 2007 incide il brano “L’amuri ca v’haiu” che sarà inserito nel disco “Buon compleanno Rosa”, in memoria della cantante popolare Rosa Balistreri, ed in suo onore nell’ottobre del 2008 si esibisce in un concerto a Firenze con Lucilla Galeazzi, Clara Murtas, Fausta Vetere(Nuova Compagnia di Canto Popolare) e Anita Vitale.

E’ stato ospite del progetto “Dall’isola alle isole”, ideato dall’etnomusicologa Fortunata Gitto e dall’arpista Silvana Urso, tenutosi aPalma di Majorca, in cui ha tenuto una lezione-concerto sul flauto siciliano al Conservatorio della stessa città.

Nell’estate del 2008 accompagna, insieme alla prestigiosa orchestra delTeatro Massimo di Palermo, la cantante Antonella Ruggiero,e nel luglio dello stesso anno entra a far parte dell’Orchestra Etno Mediterraneae si esibisce nella suggestiva cornice estiva del Teatro di Verdura, in concerto con Hevia.

Nel 2011 incide il nuovo lavoro discografico “Sale di Sicilia” del cantautore Edoardo de Angelis.

Nel disco sono tante le partecipazioni, da Neri Marcorè, a Franco Battiato, da Andrea Camilleri a

Francesco Cafiso, da Laura Mollica a Francesco Buzzurro ecc…

Attualmente collabora stabilmente con il cantautoreenneseMario Incudinesuonando in tour in Canada, Bretagna, Normandia, Spagna, Portogallo, Marocco e Tunisia e incidendo i cd intitolati “Abballalaluna”, “Anime Migranti” (con la partecipazione di Nino Frassica, Kaballà, Mario Venuti,

Salvatore Bonafede, Alessandro Haber, Lello Analfino) “Beddu Garibbardi”, “Italia talìa” (secondo classificato al Premio Tenco e primo classificato al Premio città di Loano come miglior disco di world music del 2012). Sempre con Mario Incudine va in tour in Friuli, affiancando l’orchestra d’archi del Maestro Valter Sivilottie accompagnando la cantante Lucilla Galeazzie i cantanti Vlado Kreslin(Slovenia), Edoardo De Angelis(produttore e autore) e Lino Straulino.

Con il cantautore ennese vince il primo premio al X° Festival della Canzone Siciliana con la canzone Salina nel 2009 e il premio della critica all’undicesima edizione dello stesso festival, con la

canzone Duminica matina nel 2010.

Nell’estate 2010, con Incudine, partecipa al Kaulonia Tarantella Festivaldiretto da Eugenio Bennato.

Nel 2012 nasce la collaborazione con il pianista e fisarmonicista Ruggiero Mascellino, incidendo alcune tracce del suo ultimo lavoro discografico intitolato “IT”.

Dal 2012 collabora attivamente con un gruppo popolare salentino “Kalàscima”, suonando in tour in Australia e in Germania.

Attualmente è componente attivo del progetto “Malarazza” dedicato interamente a Domenico Modugno, al fianco di Kaballà e Mario Incudine.

Nel 2015 ha preso parte al 51° ciclo di rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa nell’Opera di Eschilo “Le Suppici” con la regia di Moni Ovadia, al fianco dell’attrice Donatella Finocchiaro, Marco Guerzoni e Angelo Tosto.

Nel giugno 2016 partecipa allo spettacolo teatrale “Il casellante” di Andrea Camillari esibendosi al Festival dei due mondi di Spoleto e attualmente porta in giro lo stesso spettacolo in un lungo tour nazionale.

Ha collaborato anche con Simone Cristicchi, Tosca,, Mario Venuti, Antonella Ruggiero, Ambrogio Sparagna, Peppe Servillo(Avion Travel), Enzo e Vincenzo Mancuso, Alfredo e Letizia Anelli, Rosellina Guzzo, Vincenzo Mancuso (chitarrista), Orazio Maugeri, Giovanni Mattaliano, Francesco Giunta, Alessia Tondo.

Da diversi anni si dedica allo studio della composizione e attualmente ha conseguito il Compimento

Inferiore di Composizione presso il Conservatorio di Musica “A. Corelli” di Messina.